Crea sito

<center> Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!

 ESCAPE='HTML'

**pellegrinaggio della misericordia**

qua sotto , da scaricare,il programma del pellegrinaggio :

 ESCAPE='HTML'

IL NOSTRO PELLEGRINAGGIO DA L'8 AL 14 GIUGNO 2016 E' STATO CANCELLATO.

Leggi qua sotto la mail del nostro fondatore, dottor Costantino Eftimiadi:

Carissimi amici, nell'augurare a tutti un Santo Natale vi comunico che a seguito dell'annuncio di Papa Francesco di indire per Domenica 12 Giugno la giornata dedicata all'incontro con i Disabili e gli Ammalati per il Giubileo della Misericordia, il nostro Pellegrinaggio a Medjugorje, già  programmato dall' 8 al 14 Giugno   E' STATO CANCELLATO.

Verrà sostituito da un pellegrinaggio di 4 giorni, dal 9 al 12 Giugno che  farà base a Collevalenza (Santuario di Madre Speranza) nelle  prime 2-3 giornate  e che si concluderà  poi a Roma, Domenica 12 Giugno,dopo la cerimonia con il Papa. A breve saranno pubblicati sul sito i dettagli del viaggio. E' previsto un pullman che dalle Marche-Abruzzo, passando da Roma, raggiunga Collevalenza. Dalle altre località si valuterà la possibilità di utilizzare dei pulmini. Sarebbe utile che coloro che fossero interessati al viaggio lo facciano sapere da subito in modo da riuscire a valutare anche approssimativamente  il numero complessivo dei potenziali pellegrini.
Un caro saluto a tutti
Costantino

Per informazioni: dr.costantino@tiscali.it
tel. (+39) 3485100315

 ESCAPE='HTML'

Diario - Medjugorje,giugno 2015

 ESCAPE='HTML'

Domenica 14 giugno,con la Santa Messa delle ore 11 presieduta da Padre Marinko Šakota,si è concluso a Medjugorje, il quarto pellegrinaggio internazionale per persone con invalidità. Vi hanno preso parte circa millecinquecento persone, tra cui alcuni  amici italiani iscritti alla nostra associazione Kecharitomene. 
Il nostro pellegrinaggio,organizzato dal dottor Costantino,si è concluso il 19 giugno dopo pranzo. Ha fatto parte del nostro gruppo anche l'associazione:
" Campo delle stelle "di Bergamo; è doveroso rivolgere un caloroso ringraziamento all'Amico Fabrizio,auspicando che la nostra collaborazione e amicizia perduri e si consolidi sempre più nel tempo.
IMPORTANTE: Tutti i partecipanti al nostro pellegrinaggio sono pregati di inviarci foto e testimonianze che publicheremo nel nostro sito.

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Ciao claudio, è sempre difficile parlare di quello che ti da Mejugorje. Prima di partire una grande speranza. La certezza che Dio può fare l'impossibile e la speranza che quello che tu vuoi Dio te lo conceda. Quando sei la', poi si chiede ma con meno enfasi di quanto avresti immaginato, perché ti diventa chiaro che quello che hai, poco o molto che sia, è già tanto. I giorni si trasformano in minuti, e il tempo trascorre così velocemente che una settimana diventa veramente molto breve. Serenità e fratellanza con gente di cui veramente sai poco sono le tue nuove scoperte. Dei fratelli ti interessa veramente poco, non importa che lavoro fanno, quanti anni hanno, se sono ricchi o poveri, la cosa che ti importa veramente è parlare il più a lungo possibile con tutti loro. Dirsi quanto è bello Medjugorje, parlare della bellezza di Dio, poi qualcuno magari ti dice quello che lo aspetto a casa, e tu capisci il suo dolore, e non manchi mai di trovare le parole per dare un conforto, e questo viene facile perché vedi nell'altro un tuo fratello o una tua sorella. Il ritorno è la parte più difficile, perchè sai che lasciando quella terra perderai molto. Se sei fortunato la persona con la quale hai parlato per tanto tempo, non si dimentica di te e tu di lui, e allora ci telefoniamo, ci scriviamo, in attesa del prossimo viaggio, che sembra lontano anni luce. La speranza e i tuoi nuovi fratelli però ti ricordano che la felicità può essere su questa terra, e se non lo sarà, almeno c'è un posto che per qualche giorno ti può dare un po' di pace. Carlo

 ESCAPE='HTML'

Dopo 25 anni sono tornato a Medjugorje. Come, iscritto all’ UNITALSI ho partecipato 13 volte al  pellegrinaggio bergamasco a Lourdes. Di Medjugorje non mi ricordavo niente. Mi sono trovato benissimo. Io, disabile, tra vari volontari che ti lasciavano sbalorditi per il loro comportamento. In verità,come dovrebbero fare i veri cristiani, recitavano l’ Ave Maria non a parole, ma con i gesti. Mi sono fatto portare sul Podbrdo a recitare qualcosa, ma nel ritorno mi sono trovato pentito dello sforzo fatto fare ai fratelli del Cenacolo. Loro, aiutati dalla Regina della Pace, in piena serenità, gioia  hanno esaudito al mio volere. Ma io, mi dicevo, avrei fatto meglio a rimanere presso la Croce Blu ad Invocare Maria Santissima. Sentire le esperienze dei fratelli e sorelle del Cenacolo, mi sembrava di essere in un altro mondo.Spero, che quanto ho ricevuto a Medjugorje, resti in me non per poco, in modo che anch’io nel mio piccolo possa dare buon esempio agli altri, e riesca a sopportare la mia croce con serenità. Ciao Ave Maria.    Rodolfo

 ESCAPE='HTML'

Chi ha detto che a Medjugorje bisogna essere tristi, pensierosi, musoni ?! ricordo  qualche anno fa,con l'amico Michele e i Fratelli ammalati che 
( bontà loro ) si fidavano cecamente della nostra amicizia,ne combinavamo di tutti i colori! Con tanta nostalgia ripenso ad Alan sempre disposto a sopportarci allegramente, a Gianni col quale avevamo fatto incavolare suor Emmanuel, e tutti gli altri, parecchi altri, con cui abbiamo sempre scherzato, ma anche ovviamente,al momento giusto, pregato intensamente.Queste poche righe servono per commentare la foto  e salutare con tanto affetto
il nostro caro Padre Battista.

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

<center>ADESIONI AL VOLONTARIATO ( a cura del dottor Costantino ) Pregate dunque il padrone della messe che mandi operai nella sua messe!

 ESCAPE='HTML'

- al fine di tutelare i pellegrini da forme di pubblicità scorretta abbiamo registrato il  logo della nostra Associazione in modo che nessun altro lo possa utilizzare a fini  "privati" senza rischiare di dover  renderne conto nelle sedi opportune. Sarà in ogni caso necessario un  preventivo consenso da parte del Consiglio Direttivo anche per i i soci che ne richiedessero l'utilizzo per finalità  proprie della Associazione o comunque approvate.

 ESCAPE='HTML'